Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

14 Febbraio 2024 Mercoledi delle ceneri ore 18 Santa Messa

14 Febbraio 2024 orario 18:00

Ore 18 Santa messa per la celebrazione delle ceneri in Santa Croce

MESSAGGIO DI QUARESIMA

Gesù disse ai suoi discepoli: «State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli.
Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipòcriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
E quando pregate, non siate simili agli ipòcriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipòcriti, che assumono un’aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu digiuni, profùmati la testa e làvati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà».
(Mt. 6 …)

E’ il vangelo della Messa del Mercoledì delle Ceneri, inizio di Quaresima: raccomanda vivamente di non vantarsi e di non mettersi in mostra. Riguardo a ciò, mi son venuti in mente due esempi contrastanti. Il primo, in negativo, mi è suggerito dall’ennesima riproposizione di un format televisivo, il reality per antonomasia, la cui formula è quella di gettare in pasto al voyeurismo dei telespettatori la vita, del tutto banale, di un certo numero di persone, tenute per lunghissimo tempo in cattività, sotto l’occhio pervasivo delle telecamere. Qui, per loro, più niente è riservato: tutto invece è vanamente messo in mostra, al prezzo di un’effimera notorietà. Per fortuna, in positivo, mi è venuto pure in mente un altro esempio. Si riferisce, in particolare, ad un momento simpatico dei campi estivi scout: la cosiddetta “giornata degli elfi”, quando ai giovani esploratori è proposto di diventare, ciascuno per gli altri, un elfo, cioè un folletto gentile ed invisibile. In quel giorno ciascuno si impegnerà ad escogitare e a mettere in atto il maggior numero di favori o di gesti gratuiti d’aiuto, rigorosamente nascosti, all’insaputa degli altri, a cominciare, naturalmente, dai destinatari; al solo scopo di sorprenderli e di renderli felici. Grande fratello o elfi, dunque? Che differenza! Gesù ha già fatto, ha già dichiarato, la sua scelta: il bene gratuito, che presuppone la riservatezza ed il non mettersi in mostra; sì, la volontà di compiere il bene solo per il bene. Anche la vera fede, in quanto amore del Signore, affidamento a lui e tentativo di imitarlo, presuppone ciò. Vi siete accorti di quanto è fine Gesù? Per farci intuire come deve essere gratuita la gratuità, ricorre a questa ardita immagine, a questo paradosso: la tua mano sinistra non sappia ciò che fa la tua mano destra (quella che, appunto, sta compiendo un’opera buona) … Oppure ancora: quando stai facendo dei sacrifici, delle rinunce che ti pesano, ma che ti sono preziose per crescere moralmente e spiritualmente, ecco, non assumere un’aria da funerale, piuttosto mostrati col sorriso. Pensate, arriva a dire: profùmati, fatti bello, trùccati! … Che grande, Gesù! Davvero, lui è il campione della gratuità! E allora, noi che vorremmo farci poveri discepoli di lui e anche di questo suo insegnamento, proprio mentre ci accingiamo a dare inizio e a vivere il santo tempo della Quaresima, volentieri chiniamo il capo e spargiamo cenere sul nostro irriducibile orgoglio, ne sboccerà il fiore profumatissimo dell’umiltà; mettiamo cenere sulle nostre passionalità istintive, potrà crescerà rigogliosa la pianta feconda del dominio di noi stessi ed infine mettiamo cenere sul nostro triste egoismo, allora, in Gesù, si spargerà dappertutto, attraverso di noi, il profumo dell’amore e dell’amicizia. Buona, santa, Quaresima a tutti!

Dettagli

Data:
14 Febbraio 2024
Ora:
18:00
Categoria Evento:

Organizzatore

Parrocchia Fontanellato
Phone
0521.821239
Email
parrocchiasanta2011@libero.it

Luogo

Fontanellato
via Mazzini 1 43012 + Google Maps