Un racconto per riflettere

UN RACCONTO PER RIFLETTERE

La voce si va spargendo da alcuni giorni, che sia vera? Quell’uomo che da qualche tempo si è aggiunto a noi ponendo la sua tenda tra le nostre, non è uno qualunque. Un giorno è arrivato e nessuno quasi se ne è accorto, non che quel fatto, del resto, abbia avuto una particolare rilevanza, E’ rimasto poi del tutto anonimo, sino ad oggi.

Se la sua meta è altrove, non sembra avere alcuna fretta di raggiungerla. Dicono, addirittura, che sia un Re; un Re in viaggio per le sue nozze. Strano, perché non è in compagnia di nessuna promessa sposa e, tuttavia, quando sembra riferirsi a lei, non ne parla come di una persona lontana…

Ascoltandolo e osservandolo è come se, piuttosto, le vivesse al fianco; come se già l’avesse raggiunta; come se il suo stare qui non fosse che per lei, e a motivo di lei. “Tra voi c’è qualcuno che non conoscete” – così si è sparsa la voce. Già, un Re tra di noi, non certo nello sfarzo dei segni esteriori, ma nella dignità e nella grandezza, questo sì, di tutta la sua persona. Egli pare non avere alcuna fretta o alcuna intenzione poi di andarsene, tanto che si può dire che egli stia tra di noi come se la meta fosse questa, fossimo noi. I suoi occhi si aggirano tra le nostre tende carichi di quella passione e di quella tenerezza propria di chi ha trovato già il suo tesoro… Che conosca di noi qualcosa che noi stessi nemmeno conosciamo?

Facciamoci questa domanda che il suggestivo racconto impone. La risposta contribuisca ad incoraggiare il nostro nuovo cammino.

Buon anno a tutti!

Condividi sui social Facebooktwitterpinterestlinkedinmail
Seguici su Facebook